Medacta Corporate | AMIS – LA SOLUZIONE MEDACTA. PERCHÉ LA TECNICA AMIS PER UN'ARTROPLASTICA TOTALE ALL'ANCA?

AMIS – LA SOLUZIONE MEDACTA

Il chirurgo può accedere all’articolazione dell’anca attraverso diverse vie d'accesso, seguendo una tecnica chirurgica “convenzionale” o una Chirurgia Minimamente Invasiva (MIS). Una vera Chirurgia Mini Invasiva (MIS) è caratterizzata dalla preservazione di muscoli e tendini, associata ad una ridotta incisione cutanea.

 La tecnica AMIS è una vera chirurgia mini invasiva.

Altri approcci (approccio posteriore, laterale, o a doppia incisione), indicati come minimamente invasivi portano invece al danneggiamento di muscoli e/o tendini e hanno come unico vantaggio la ridotta incisione cutanea. La tecnica AMIS non seziona i muscoli e rispetta i nervi

Infatti l'approccio anteriore è l’unica tecnica che segue una via sia intermuscolare che internervosa, riducendo il rischio di danneggiamento di muscoli, tendini, vasi e nervi. Eventuali gesti di liberazione muscolare sono sempre ridotti al minimo, e in ogni caso meno importanti rispetto alle altre vie d'accesso chirurgiche. Per questa ragione l'AMIS è la via d’accesso ideale per una chirurgia atraumatica, fondamentale per un rapido recupero: l’AMIS migliorerà la qualità della vostra vita e velocizzerà la vostra ripresa dopo un’artroplastica totale d’anca. Con la via d’accesso AMIS, l’incidenza delle complicazioni viene diminuita rispetto alle tecniche “convenzionali”. Contattate il vostro medico per ulteriori dettagli.

PERCHÉ LA TECNICA AMIS PER UN'ARTROPLASTICA TOTALE ALL'ANCA?

La tecnica AMIS consente un minore trauma chirurgico rispetto ad altre tecniche in quanto NON VI È ALCUNA SEZIONE DEI TESSUTI MUSCOLARI[1,2], il che porta ad un recupero postoperatorio più rapido. AMIS può potenzialmente assicurare i seguenti risultati: 

DIMINUZIONE DEL DOLORE POST-OPERATORIO[1,3]
Rispetto a tecniche chirurgiche “convenzionali”, l’approccio AMIS può ridurre il dolore post-operatorio poichè i muscoli non vengono sezionati.

RIABILITAZIONE IN TEMPI BREVI[3,4]
Con l'approvazione del vostro chirurgo che deciderà sulla base della vostra condizione post-operatoria, la riabilitazione potrà iniziare anche il giorno stesso dell’operazione. Se consentito dal vostro chirurgo potrete iniziare immediatamente a stare in piedi e camminare con stampelle o bastone.  

RIDOTTA PERMANENZA OSPEDALIERA[2,5]
Generalmente la tecnica AMIS permette di ridurre significativamente la durata del soggiorno ospedaliero. Il vostro chirurgo potrebbe consigliarvi una permanenza più lunga in funzione del vostro stato post-operatorio.

CICATRICE CUTANEA RIDOTTA[3]
Con AMIS, l’incisione cutanea è spesso più corta di quella di un intervento “convenzionale” e quindi il tessuto cicatriziale è ridotto. 

PRECOCE RIPRESA DELLE ATTIVITÀ QUOTIDIANE[5,6,7]
Grazie alla tecnica AMIS, il ritorno alle attività quotidiane è più veloce. 

MINOR PERDITA DI SANGUE[2,3]
La preservazione dei muscoli e dei vasi può ridurre la perdita di sangue. Le trasfusioni sono rare e la probabilità di formazione di coaguli nelle gambe (trombosi venosa profonda) è potenzialmente ridotta.

RIDUZIONE DEL RISCHIO DI DISLOCAZIONE (la dislocazione è la separazione tra la testa del femore e l'acetabolo)[4,8]
Grazie alla tecnica AMIS la preservazione dei muscoli migliora significativamente la stabilità dell’articolazione dell’anca. Il rischio di dislocazione è minimo e le limitazioni di movimento post-operatorie, solitamente prescritte a seguito di altre tecniche, non sono necessarie. Il rischio di dislocazione è ridotto in quanto l'approccio anteriore si effettua nella parte anteriore dell'articolazione dell'anca, mentre la dislocazione è principalmente correlata a danni delle strutture posteriori dell'articolazione. 

PREVENZIONE DELLA ZOPPIA[9,10,11,12]
L’AMIS è una tecnica chirurgica che protegge i muscoli, i vasi sanguigni e i nervi che si incontrano durante l’accesso all’articolazione. Minimizzare il danno ai muscoli e ai nervi riduce la possibilità di zoppia.

Potrete guidare non appena sarete in grado di entrare e uscire dalla macchina comodamente, avendo un buon controllo della vostra gamba e senza assumere antidolorifici. In relazione alla vostra condizione generale, probabilmente il vostro medico potrebbe darvi l'approvazione per  tornare a guidare dopo 8-10 giorni.

 
L'OBIETTIVO DELL'AMIS
L’obiettivo primario della tecnica AMIS è di minimizzare il danno ai muscoli, ai vasi sanguigni e ai nervi intorno all’articolazione.
La tecnica AMIS è la tecnica chirurgica appositamente progettata per raggiungere questo obiettivo.

 
BIBLIOGRAFIA

[1] Arthroplastie totale de hanche par voie antérieure et son évolution mini-invasive; F. Laude et al.; EMC; 2004, 44-667-B
[2] Single-incision anterior approach for total hip arthroplasty on an orthopaedic table; JM Matta et al; Clin Orthop Relat Res, 2005 Dec, (441): 115-24
[3] Minimally Invasive total hip arthroplasty: anterior approach; F. Rachbauer; Orthopäde, 2006 Jul;35(7):723-4, 726-9 
[4] Mini-incision anterior approach does not increase dislocation rate: a study of 1037 total hip Replacement; T Siguier et al; Clin Orthop Relat Res, 2004 Sep, (426): 164-73
[5] What‘s new in hip arthroplasty; MH Huo et al; JBJS Am; 2005 Sep, 87(9):2133-46
[6] Rapid Rehabilitation and recovery with minimally invasive total hip arthroplasty; RA Berger et al; Clin Orthop Relat Res, 2004, (429): 239-247
[7] The minimally invasive anterior approach to hip arthroplasty; RE Kennon et al; Orthopäde, 2006 Jul, 35 (7): 731-7
[8] Dislocation after hip hemiarthroplasty: anterior versus posterior capsular approach.; JB Bush et al; Orthopedics. 2007 Feb;30(2):138-44
[9] Muscular damage after total hip arthroplasty: conventional versus minimally invasive anterior approach.;  Dr Dora, Dr Kalberer; AOA 2008, Australia, Hobart
[10] Abductor Tendons and Muscles Assessed at MR Imaging after Total Hip Arthroplasty in Asymptomatic and Symptomatic Patients. C. Pfirmann et al., Radiology 2005, 235: 969-976.
[11] MR imaging of the abductor tendons and muscles after total hip replacement in asymptomatic and symptomatic patients. PD Dr. Dora, EFORT 2007
[12] Der anteriore Zugang für die minimal-invasive HTEP. C Dora; Leading Opinions Sept 2006, 1/2006